John Matthews ~ Nato dal calderone

 

L’uroboros
L’uno è tutto, e perciò tutto e per questo tutto, e se l’uno non contiene tutto, allora il tutto è niente.

 

 

nlw Peniarth, ms. 2. Llyfr Taliesin, folio  22r (p. 45)

nlw Peniarth, ms. 2. Llyfr Taliesin, folio 22r (p. 45)

 

Non è il voto di segretezza che vieta all’iniziato di svelare ciò che ha appreso. E neanche il desiderio di tenersi la verità imparata. Egli vede la verità stessa, intera, così tremenda che non osa parlarne, neanche a se stesso. Non è il mio voto solenne che infrango dicendovi quanto segue; è la mia paura che supero.

Sono Taliesin e sono poeta. Come tale mi è noto il potere delle parole, la sovrapposizione di una sillaba all’altra, l’allineamento dei vocaboli in un ordine che ne fa un’incontestabile, unica verità… Un tempo, prima di tutto ciò, portavo un altro nome. Mi chiamavo Gwion ed ero il servo della Vecchia. Non c’era bisogna troppo sozza o miserabile per Gwion, fosse pure pulire dietro al figlio, il mezzo scemo Avaggdu, o rimestare nel vaso nero sospeso sul fuoco quando lei combinava dei nuovi, atroci infusi per appestare il mondo degli uomini. Credevo che tutti i malanni del mondo provenissero dal calderone; adesso so che la verità, se è dato conoscerla, la trovi entro quell’orlo freddo, la verità terribile, accettabile o no che sia. Non dire che è bene o male: è lì e basta, spassionata, quieta come un liquido specchio o uno stagno tranquillo in mezzo ad alberi bianchi…

 

Continua a leggere

Margarete Riemschneider ~ Il vaso delle Danaidi

 

Federica Ferzoco, Danaidi, 2010, Palazzo Branda Castiglioni, Castiglione Olona, Installazione

Federica Ferzoco, Danaidi, 2010, Palazzo Branda Castiglioni, Castiglione Olona, Installazione

 

Il pessimo fra i mali sembra essere, per i Greci, l’insuccesso. Sisifo spinge su per un’erta il masso, che però rirotola in basso ogni volta, e gli tocca ricominciare. All’assetato Tantalo viene a mancare l’acqua non appena si china, sfuggono i frutti non appena stende la mano a coglierli. Le Danaidi si sforzano di vuotare un recipiente con un colino, versano acqua in un vaso forato. Ma mentre le prime due punizioni sono associate al tormento, lo svuotamento col colino sarà irritante, ma non è una pena tremenda per le 49 ragazze. Fra l’altro un recipiente solo non sarebbe sufficiente, se debbono affollarsi tutte insieme. Il motivo dell’insuccesso si trasferisce su di loro forse per analogia con Sisifo e Tantalo? Ma perché debbono affaccendarsi attorno a un vaso?

Continua a leggere

Cesare Zavattini vs Zavattini Cesare

 

autoritratto zavattini

 

Cesare Zavattini, Autoritratto con bocca rossa, 1969, Tecnica mista su cartone, cm 63 x 48, Musei civici di Reggio Emilia

 

 

 

Continua a leggere

Il Po (1) ~ Cesare Zavattini

 

traghetto e po

Cesare Zavattini, Traghetto e Po, 1977; cm. 61×49; Tecnica mista su cartoncino

 

Viaggetto sul Po

 

Cerreto Alpi, 7 ottobre 1963

 

Il Cerreto è gonfio di neve, il chiarore dà un senso fittizio di caldo, le sbarre del cancelletto fanno riconoscere sulla costa il camposanto, dove c’è la tomba di mio fratello morto da quarant’anni, in quell’epoca la mia famiglia viveva su quei monti e io a Parma, a Castelnuovo persi la corriera apposta per non arrivare in tempo al suo funerale, avevo paura del dolore, non solo di provarlo ma anche di vederlo; arrivai la sera tardi che non c’era più una lacrima in casa e dissi ho perso la corriera, non riesco a dimenticare quel tono della voce.

Lungo la strada poco fa allungavo la mano per vedere sciogliersi i fiocchi sul palmo, la chiamano neve volona, che vola, perché asciutta, e la tramontana la fa crescere rapidamente contro i muri, presto il sereno la ghiaccerà, si sentiranno degli scricchiolii di vetro prima del disgelo che protrae la stagione umiliante del fango fin oltre marzo.

 
Continua a leggere

Gunnar Ekelöf ~ Eufori

 
760
 

 

Eufori

Du sitter i trädgården ensam med anteckningsboken, en
smörgås, pluntan och pipan.
Det är natt men så lugnt att ljuset brinner utan att fladdra,
sprider ett återsken över bordet av skrovliga plankor
och glänser i flaska och glas.

Continua a leggere