quindici febbraio

Ezra Pound, 1966 © Lisetta Carmi, Courtesy Martini & Ronchetti

 

L’ombra dilaga in questa sera molle
e chi respira dietro il vetro è perso
nei luoghi dei silenzi dove evapora
l’immutabile costa.
Il qui è parola breve e scarna,
appiglio di poca presa sul vuoto:
a noi, densi riflessi d’un mito smesso,
dà fame e non basta.

(Fabio Contestabile)

 

§

 

Nati il 15 febbraio

 

Giambattista Basile, letterato e scrittore (1566 – 1632)
Jeremy Bentham, filosofo e giurista (1748 – 1832)
Paolo Buzzi, poeta e scrittore (1874 – 1956)
Totò, attore e comico (1898 – 1967)
Masuji Ibuse, scrittore (1898 – 1993)
Manlio Rho, pittore italiano (1901 – 1957)
Glauco Natoli, critico letterario e poeta (1908 – 1965)
Lisetta Carmi, fotografa (1924)
Piero Camporesi, filologo, critico letterario e storico (1926 – 1997)
Domenico Starnone, scrittore, sceneggiatore e insegnante (1943)
Henry Threadgill, compositore, sassofonista e flautista (1944)
Fabio Contestabile, poeta (1954)
Timur Jur’evič Kibirov, poeta (1955)

 

§

 

Bibliografia minore del giorno:

 

Giambattista Basile, Lo cunto de li cunti ; Milano : Garzanti, 2013
Paolo Buzzi, Cavalcata delle vertigini ; Milano : Excelsior 1881, 2009
Masuji Ibuse, La pioggia nera ; Venezia : Marsilio, 2005
Piero Camporesi, La miniera del mondo : artieri inventori impostori ; Milano : Il saggiatore, 1990
Fabio Contestabile, La mappa per Pétur ; Lugano, Ch : ADV Advertising Company, 2016
Timur Jur’evič Kibirov, Latrine ; Firenze : Le lettere, 2008

1 Comment

  1. Sono riandata su Basile. Il film di Garrone me ne aveva dato l’opportunità qualche anno fa. L’ho riafferrata.
    Leggerlo in napoletano ha un altro gusto, indubbiamente. Ma la traduzione di Croce, non abbassa la resa dell’inesauribilità del reale, secondo il canone barocco. Così il dialetto ha il potere di alleggerire il peso, di mascherare l’astrattezza per l’accumulo di figure retoriche e di oggetti, di attenuare la sapienza letteraria delle fonti. E nella crudezza che poi non era tanto favolistica- del resto l’autore con i riferimenti alla realtà concreta, presenta il punto di vista dei ceti oppressi e subalterni- affiorano perle di lirismo.
    «E, inviatole un memoriale di sospiri, fu decretato che la fortezza si arrendesse alla sua grazia.»( da Petrosinella)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...