Annette von Droste-Hülshoff ~ «… come una doppia luce»

 

196095

 

da Heidebilder [Quadri della brughiera]

 

Il Vecchio della brughiera (*)

 

«Bambini, non andate alla palude,
il sole ormai declina, affaticata
ronza l’ape nel volo sonnolento,
e basso ondeggia a terra un velo smorto.
Il Vecchio arriva!»

Ma il gioco non lo smettono, al confine,
strappano l’erba, lanciano dei sassi,
sguazzano nel fossetto dello stagno,
acchiappano falene tra le canne,
e sono allegri quando un ragno d’acqua (**)
scampa tra i giunchi sulle lunghe gambe.

Continua a leggere

Tre interventi su Lettera a una professoressa: Elvio Fachinelli (1)

 

 

07letterac

 

 

[Nel 1967, tanto e troppo tempo fa, usciva per una combattiva casa editrice fiorentina uno dei libri più importanti del ventesimo secolo, tanto importante quanto allora inatteso. Lettera a una professoressa attraverso la pratica della scuola di Barbiana attuata da Lorenzo Milani e in uno stile teorico asciutto, diretto e antiretorico contribuì a sommuovere una delle realtà più chiuse della società di allora, la scuola classista italiana. Quel testo può essere accostato a L’istituzione negata di Franco Basaglia, a Inchiesta a Palermo di Danilo Dolci, a La fine del mondo : contributo ad un’analisi delle apocalissi culturali di Ernesto De Martino o ad altri testi di critica sociale che hanno segnato la vera novità del pensiero teorico italiano in campo internazionale. Qui non interessa discutere o riflettere sull’attualità o il superamento della pratica e del pensiero di Don Milani quanto considerare la recezione istantanea del testo, cogliere come il mondo intellettuale accoglie nel momento in cui si presenta al mondo un testo innovativo e rivoluzionario in sé e per sé. Quaderni piacentini, rivista prestigiosa della nuova sinistra – altro fenomeno d’eccellenza della cultura italiana – affidò a tre suoi collaboratori eminenti la recensione a Lettera a una professoressa che apparvero tempestivamente nel luglio del 1967: Elvio Fachinelli, Franco Fortini e Giovanni Giudici.]

 

Continua a leggere